AICMT Associazione Italiana Charcot-Marie-Tooth Onlus
Home Chi siamo Attività Progetti Sostienici Contatti Links
  
Siamo anche su Facebook!
Vieni a trovarci!

Comunicazione sociale
  
Centro ascolto CMT

Comunicazione sociale

Video comunicazione sociale 2010

Video comunicazione sociale

Fai click per vedere il filmato.
(in streaming)

 

STATUTO

Art. 1
Costituzione

E' costituita con sede in ROMA, VIA PISACANE 10, l'organizzazione di volontariato denominata ASSOCIAZIONE ITALIANA MALATTIA DI CHARCOT-MARIE-TOOTH (AICMT), di seguito detta organizzazione.
I contenuti e la struttura dell'organizzazione sono democratici.


Art. 2
Finalità

L'organizzazione ha lo scopo di:

  • promuovere la ricerca scientifica, al fine di accrescere la conoscenza su questa malattia e di migliorarne il trattamento;

  • favorire l'informazione su questa malattia presso i medici, i fisioterapisti, i tecnici ortopedici, i pazienti e i loro familiari, al fine di conseguire più facilmente la diagnosi e il trattamento più adeguato ed aggiornato possibile;

  • favorire la comunicazione tra i soggetti affetti da questa malattia e tra questi e le figure professionali preposte alla diagnosi e al trattamento della medesima;

  • favorire l'inserimento al lavoro dei soggetti affetti dalla malattia, fornendo informazioni sulle leggi a favore dei disabili;

  • favorire le attività ricreative dei soggetti affetti.

Essa ha durata illimitata e non ha fini di lucro.


Art. 3
Aderenti


Sono aderenti all'organizzazione quelli che sottoscrivono il presente statuto e quelli che ne fanno richiesta e la cui domanda di adesione è accolta dal comitato.
Nella domanda di adesione l'aspirante aderente dichiara di accettare senza riserve lo statuto dell'organizzazione. L'iscrizione decorre dalla data di delibera del comitato.
Gli aderenti cessano di appartenere all'organizzazione per:

  • dimissioni volontarie;

  • non aver effettuato il versamento della quota associativa per almeno un anno;

  • morte;

  • indegnità deliberata del comitato. In quest'ultimo caso è ammesso ricorso al collegio arbitrale, il quale decide in via definitiva.

Tutte le prestazioni fornite dagli aderenti sono a titolo gratuito.


Art. 4
Diritti e obblighi degli aderenti

Gli aderenti hanno diritto a partecipare alle assemblee, a votare direttamente o per delega, a svolgere il lavoro preventivamente concordato e a recedere dall'appartenenza all'organizzazione.
Gli aderenti sono tenuti a rispettare le norme del presente statuto, a pagare le quote sociali e i contributi nell'ammontare fissato dall'assemblea e a prestare il lavoro preventivamente concordato.


Art. 5
Organi

Sono organi dell'organizzazione:

  • l'assemblea ;

  • il comitato;

  • il presidente


Art. 6
Assemblea

L'assemblea è costituita da tutti gli aderenti all'organizzazione.
Essa è presieduta dal presidente ed è convocata dal presidente stesso, in via ordinaria una volta all'anno e in via straordinaria ogni qualvolta il presidente lo ritenga necessario; con almeno 15 giorni di preavviso decorrente dalla data del timbro postale o da quella posta sulla ricevuta nel caso in cui la lettera di convocazione sia consegnata a mano ovvero da quella dell'e-mail, in caso l'aderente abbia comunicato un indirizzo di posta elettronica.
La convocazione può avvenire anche su richiesta di almeno un terzo degli aderenti; in tal caso il presidente deve provvedere alla convocazione entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta e l'assemblea deve essere tenuta entro trenta giorni dalla convocazione.
In prima convocazione l'assemblea è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno degli aderenti, presenti in proprio o per delega da conferirsi ad altro aderente. In seconda convocazione è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli aderenti presenti, in proprio o per delega.
Ciascun aderente non può essere portatore di più di una delega.
Le deliberazioni dell'assemblea sono adottate a maggioranza semplice dei presenti, fatto salvo quanto previsto dal successivo articolo 16.
L'assemblea ha i seguenti compiti:

  1. eleggere i membri del comitato;

  2. approvare il programma di attività proposto dal comitato;

  3. approvare il bilancio preventivo;

  4. approvare il bilancio consuntivo;

  5. approvare o respingere le richieste di modifica dello statuto di cui al successivo articolo 15;

  6. stabilire l'ammontare delle quote associative e dei contributi a carico degli aderenti.


Art. 7
Comitato

Il comitato è eletto dall'assemblea ed è composto da tre membri.
Esso può cooptare altri tre membri, in qualità di esperti.
Questi ultimi possono esprimersi con solo voto consultivo.
Il comitato si riunisce, su convocazione del presidente, almeno ogni 3 mesi e quando ne faccia richiesta almeno un terzo dei componenti. In tale seconda ipotesi la riunione deve avvenire entro venti giorni dal ricevimento della richiesta.
Perché la convocazione sia valida, occorre un preavviso di almeno 12 giorni decorrenti dalla data del timbro postale o da quella posta sulla ricevuta nel caso in cui la lettera di convocazione sia consegnata a mano o da quella dell'e-mail in caso il membro abbia comunicato un indirizzo di posta elettronica.
Il comitato ha i seguenti compiti:

  • fissare le norme per il funzionamento dell'organizzazione;

  • sottoporre all'approvazione dell'assemblea i bilanci preventivo e consuntivo annuali;

  • determinare il programma di lavoro in base alle linee di indirizzo contenute nel programma generale approvato dall'assemblea, promuovendone e coordinandone l'attività e autorizzandone la spesa;

  • assumere il personale;

  • eleggere il presidente;

  • nominare il segretario;

  • accogliere o rigettare le domande degli aspiranti aderenti;

  • ratificare nella prima seduta successiva, i provvedimenti di propria competenza adottati dal presidente per motivi di necessità e di urgenza.


Art. 8
Presidente

Il presidente, che è anche presidente dell'assemblea e del comitato, è eletto da quest'ultimo nel suo seno a maggioranza di voti.
Esso cessa dalla carica secondo le norme del successivo articolo 11 e qualora non ottemperi a quanto disposto nei precedenti articoli 6, comma 3 e 7, comma 2.
Il presidente rappresenta legalmente l'organizzazione nei confronti di terzi e in giudizio. Convoca e presiede le riunioni dell'assemblea e del comitato.
In caso di assenza, di impedimento o di cessazione, le relative funzioni sono svolte dal vicepresidente o dal componente del comitato più anziano di età.


Art. 9
Segretario

Il segretario coadiuva il presidente e ha i seguenti compiti:

  • provvede alla tenuta ed all'aggiornamento del registro degli aderenti;

  • provvede al disbrigo della corrispondenza;

  • è responsabile della redazione e della conservazione dei verbali delle riunioni degli organi collegiali: assemblea, comitato, collegio dei probiviri, collegio arbitrale e collegio dei revisori dei conti, ove di questi ultimi tre se ne preveda la costituzione;

  • predispone lo schema del progetto di bilancio preventivo, che sottopone al comitato entro il mese di ottobre, e del bilancio consuntivo, che sottopone al comitato entro il mese di marzo.

  • provvede alla tenuta dei registri e della contabilità dell'organizzazione nonché alla conservazione della documentazione relativa, con l'indicazione nominativa dei soggetti eroganti;

  • provvede alla riscossione delle entrate e al pagamento delle spese in conformità alle decisioni del comitato.


Art. 10
Collegio arbitrale

Qualsiasi controversia dovesse sorgere per l'interpretazione e l'esecuzione del presente statuto tra gli organi e i soci ovvero tra i soci, deve essere devoluta alla determinazione inappellabile di un collegio arbitrale formato da tre arbitri amichevoli compositori, i quali giudicheranno " ex bono et aequo", senza formalità di procedura, salvo contraddittorio, entro 60 giorni dalla nomina.
La loro determinazione avrà effetto di accordo direttamente raggiunto tra le parti.
Gli arbitri sono nominati uno da ciascuna delle parti ed il terzo dai primi due o, in difetto di accordo, dal presidente della Corte d'appello di Roma il quale nominerà anche l'arbitro per la parte che non vi avesse provveduto.


Art. 11
Gratuità e durata delle cariche

Tutte le cariche sociali sono gratuite. Esse hanno la durata di cinque anni e possono essere riconfermate.
Le sostituzioni e le cooptazioni effettuate nel corso del quinquennio decadono allo scadere del quinquennio medesimo.


Art. 12
Risorse economiche

L'organizzazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da:

  • quote associative e contributi degli aderenti;

  • contributi dei privati;

  • contributi dello Stato, di enti e di istituzioni pubbliche;

  • contributi di organismi internazionali;

  • donazioni e lasciti testamentari;

  • rimborsi derivanti da convenzioni;

  • rendite di beni mobili o immobili prevenuti all'organizzazione a qualunque titolo.

I fondi sono depositati presso l'istituto di credito stabilito dal comitato.
Ogni operazione finanziaria è disposta con firma del presidente.


Art. 13
Quota sociale

La quota associativa a carico degli aderenti è fissata dall'assemblea. Essa è annuale; non è frazionabile né ripetibile in caso di recesso o di perdita della qualità di aderente.
Gli aderenti non in regola con il pagamento delle quote sociali non possono partecipare alle riunioni dell'assemblea né prendere parte alle attività dell'organizzazione. Essi non sono elettori e non possono essere eletti alle cariche sociali.


Art. 14
Bilancio

Ogni anno devono essere redatti, a cura del comitato i bilanci preventivo e consuntivo da sottoporre all'approvazione dell'assemblea che deciderà a maggioranza di voti.
Dal bilancio consuntivo devono risultare beni, contributi e lasciti ricevuti.
Il bilancio deve coincidere con l'anno solare.


Art. 15
Modifiche allo Statuto

Le proposte di modifica allo statuto possono essere presentate all'assemblea da uno degli organi o da almeno cinque aderenti. Le relative deliberazioni sono approvate dall'assemblea con il voto favorevole dell' unanimità degli aderenti all'organizzazione tranne che per la variazione della sede legale all'interno della regione Lazio, per la quale è sufficiente la maggioranza semplice dei presenti all'assemblea.


Art. 16
Norma di rinvio

Per quanto non previsto dal presente statuto, si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia.


Home | Cos'è una neuropatia | Genetica della CMT | Farmaci da usare con cautela 

 

Sondaggio

Quanto rivelate agli altri della vostra CMT?
 
Fai una donazione
Oppure accedi al tuo account PayPal è dona al nostro indirizzo email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo Grazie

 
Ultime notizie
Cool Si terrà nel mese di Settembre/Ottobre, il corso di metodologia riabilitativa per la CMT.
Leggi tutto...
 

Smile Il Congresso internazionale sulla chirurgia del piede e della mano nella CMT, organizzato dall'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus (AICMT), che si è tenuto a Marino (Roma) lo scorso settembre, ha avuto la sua eco anche oltralpe. L'associazione "CMT France"  ha pubblicato

Leggi tutto...
 

Smile Il programma del Congresso che si terrà a Marino (Roma) il 28 Settembre 2013, si arricchisce della presenza di un altro esperto nella chirurgia della CMT: il Prof. Fernando Noriega dell'International Institute of Orthopaedic Surgery Foot di Madrid!

Leggi tutto...
 

Laughing L'AICMT è entrata a far parte di un consorzio sovranazionale che vede la collaborazione tra associazioni CMT europee e d'oltreoceano.

Leggi tutto...
 

Cool L'Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus ha partecipato al "Fifth European and Nord American Charcot-Marie-Tooth Consortium Meeting" 

Leggi tutto...
 
| Chi Siamo | Attività | Progetti | Sostienici | Contatti | atto | valobra | Links |

© 2018 Associazione Italiana Charcot-Marie-Tooth
Via Carlo Pisacane, 10 - 00152 Roma - P.Iva/Cod.Fisc 96389450584

Siti web Trento